Quella delle corse automobilistiche di granfondo su strada, rappresenta una considerevole tradizione italiana che, con l’organizzazione dell’AutoGiro Automobilistico d’Italia torna ad essere dal 2019 un appuntamento fisso nel panorama degli Historical Challenges.Una Prova di Regolarità dove i concorrenti dovranno rispettare una tabella di marcia o semplicemente un Raid Turistico questo è lo spirito con il quale gli equipaggi saranno chiamati ad affrontare un suggestivo percorso a tappe che li porterà ad attraversare luoghi e scenari affascinanti.

L’Autogiro d’Italia 2021

TI PIACE GUIDARE??

Una corsa storica con un tragitto epico e tutto da scoprire. A partire da Giovanni Agnelli, Emanuele Bricherasio, Vincenzo Lancia sino ad arrivare a Campioni del calibro di Mario Umberto Borzacchini, Tazio Nuvolari, Campari, Varzi, Taruffi, Fangio, ed avvicinandosi ai giorni nostri, Markku Allen o Riccardo Patrese, in tanti hanno voluto provare l’emozione che soltanto sfide cosi potevano assicurare. E sono proprio quelle emozioni, quelle sensazioni uniche, in una sola parola, quel sogno, che l’AutoGiro d’Italia – Historic Challenge vuole far rivivere a chi raccoglierà questa sfida. Una manifestazione per auto storiche che si snoda su un suggestivo percorso a tappe e che porta gli equipaggi ad attraversare luoghi e scenari affascinanti.

Percorso 2021: I due mari.
Dal 10 al 16 Ottobre 2021.

Dall’Adriatico, il mare delle Marche al  Tirreno mare di Toscana, attraversando l’Umbria, il Cuore verde d’Italia, la Repubblica di San Marino e l’Appennino umbro marchigiano.

Un viaggio che racchiude in se una ricchezza indicibile fatta di colori, sapori ed immagini difficili da dimenticare;  paesaggi  dipinti dal verde e dal blu della maremma grossetana cosi come delle morbide colline umbre dove non c’è un borgo che non abbia una storia da raccontare.

Pitigliano, Spello, Assisi, Gubbio, Spoleto, Ascoli Piceno, sono soltanto alcune delle tante gemme incastonate in gioielli custoditi dentro scrigni toscani, umbri e marchigiani, tutti tesori da scoprire lungo il nostro percorso.

L’Autogiro D’Italia 2021

Autogiro d’Italia, grande successo per l’edizione 2021. Zappelli-Scandurra su Ferrari F355 GTS primi nella classifica assoluta. Bardelli - Urlo su Jaguar E Type del 1962 1° classificato nel Concorso di Eleganza.

Si è conclusa sulle rive dell’Adriatico, li sulla costa romagnola da dove  lunedì mattina aveva preso le mosse, la terza edizione dell’Autogiro d’Italia, historic challenger su oltre 1600 chilometri che quest’anno ha attraversato il centro della nostra penisola da est ad ovest, andata e ritorno.

Oltre cinquanta gli equipaggi che vi hanno partecipato e tra tutti la vittoria nella classifica assoluta è andata alla coppia Zappelli-Scandurra su Ferrari F355GTS del 1995; l’equipaggio contraddistinto dal numero 209 ha così bissato il successo dello scorso anno quando se lo aggiudicò sul traguardo di Verona.

La Mercedes-Benz EQC, una vettura totalmente elettrica a zero emissioni, seconda classificata nella categoria Supercar dell’Autogiro d’Italia 2021.

Se da un lato l’Autogiro d’Italia rappresenta la tradizione sportiva e la memoria automobilistica del nostro Paese, dall’altro la mobilità green quella a zero emissioni, pulita e sostenibile, rappresenta senza dubbio il futuro.
Mercedes-Benz che ha scritto sia la storia dell’automobilismo sportivo che quella capace di raccontare la maniera di muoversi di milioni di persone e che rappresenta la massima espressione della tecnologia applicata all’automotive, ha raccolto la sfida della Sustainable Green Mobility.
La sua EQC completamente elettrica, zero emissioni e capace di oltre 400 chilometri di autonomia è già disponibile per l’utenza ma la vera novità a livello mondiale, è che era presente fra gli equipaggi iscritti alla categoria Supercar ad un raid a tappe di oltre 1700 chilometri

Press Room

Partners

Menu